Tutto quello che avreste desiderato conoscere

Se permettete ve lo racconto io…

Archivio Luglio 2014

Sergio Deiana, dalla pizza all’arte: il cammino artistico di un pizzaiolo

Scritto da: donati.danilo09 il 10 Luglio 2014

Le “pizze” di Sergio Deiana, il pizzaiolo artista originario di Teti (Nu), ma da anni lavora a “La Caletta” di Siniscola (Nu), appartengono al mondo della fantasia e della creatività. E del sapore. Le pizze quadro che riproducono il viso di Valentino Rossi o i bronzetti sardi o i murales di Orgosolo, solo per fare qualche esempio, non sono solo un allegro pasto caldo, sono, più di ogni altra cosa, la storia di un vissuto, di un modo di essere, il desiderio di affrontare l’avventura umana con un piglio diverso, con l’ambizione di voler andare oltre, con l’aspirazione di voler affrontare l’incognito. Il profilo di questo esponente della pizza-art ha molto poco in comune con quella di tanti suoi colleghi di cucina, Sergio è infatti un agrotecnico con in più la passione della pizza e dell’arte, un interesse nato per pura necessità: desiderava dimostrare a suo padre di essere in grado di badare a sé, così cominciò con il suo consenso a cimentarsi con farina, lievito e una moltitudine di ingredienti. Sono proprio i colori di questi ultimi la tavolozza che lui utilizza per dare vita alla sua avventura artistica. Deiana è, in buona sostanza, convinto che il mestiere di pizzaiolo abbia tantissimo in comune con quello dell’artista: tutti e due le professioni si apprendono con la pratica e l’esperienza. E Infatti, alcuni segreti li ha “rubati” osservando i suoi maestri mentre preparavano e condivano e infornavano le pizze; gli altri li ha intuiti osservando le creazioni di Andy Warhol, figura eminente del movimento della Pop art e tra gli artisti più influenti del XX secolo: Warhol esponeva la sua arte negli scaffali dei supermercati, perché l’arte doveva essere “consumata” come un qualsiasi altro prodotto commerciale. Come la pizza di Deiana, appunto. La pizza e l’arte, parevano due mondi distinti, convergenze parallele che mai si sarebbero potute incontrare, ma è bastato osare per dimostrare che può esserci sempre qualcosa di nuovo sotto il sole dell’arte e del sapore.

Archiviato in Argomenti vari | Commenti disabilitati