Tutto quello che avreste desiderato conoscere

Se permettete ve lo racconto io…

Stati Uniti ai primi del ’900

Scritto da: donati.danilo09 il 8 Novembre 2012

Come era la vita ai primi del ’900 negli Stai Uniti, una collezione di fantastiche immagini che illustrano vari aspetti della vita di quei tempi.

Archiviato in Argomenti vari, Argomenti vari, Società | 1.728 Commenti »

Scoperti su un asteroide ghiaccio e “mattoni della vita”

Scritto da: donati.danilo09 il 29 Aprile 2010

asteroide1.jpg_415368877

Scoperti su un asteroide ghiaccio e “mattoni della vita”

Per la prima volta sono stati scoperti sulla superficie di un asteroide ghiaccio d’acqua e “mattoni della vita” come composti organici. La scoperta, pubblicata su Nature, rafforza l’ipotesi che gli asteroidi potrebbero aver portato acqua e materiali organici, mattoncini della vita, sulla Terra, così come la teoria che potrebbero essere stati gli asteroidi a dare “il calcio d’inizio” alla vita sul nostro pianeta.
A rivelare la presenza di acqua e molecole organiche sull’asteroide 24 Themis, uno dei più grandi che si trovano nella fascia compresa fra Marte e Giove, sono arrivati in modo indipendente due gruppi ricerca americani, coordinati da Andrew Rivkin della università Johns Hopkins e da Humberto Campins della università della Florida Centrale. Sebbene minerali idrati (prodotti dalla interazione di acqua con la roccia) siano stati già identificati sulla superficie di asteroidi, è la prima volta che su un asteroide si ha un’evidenza diretta della presenza di acqua, anche se allo stato ghiacciato.
La scoperta della Nasa – Il risultato è stato ottenute grazie alle osservazioni condotte con gli strumenti a infrarossi del telescopio della Nasa sul picco Mauna Kea, nelle Hawaii: questi hanno individuato una pellicola di ghiaccio che avvolge tutto l’asteroide, miscelata con lunghe e complesse catene di materiale carbonaceo. Intrappolate nei meteoriti, queste molecole, “potrebbero essere cadute sulla Terra dando un calcio d’inizio allo sviluppo della vita”, ha osservato uno degli autori, Joshua Emery della università Johns Hopkins.
28 aprile 2010
Redazione Tiscali

Archiviato in Argomenti vari | 389 Commenti »